L’amore

27 feb

“Quando l’amore vi fa cenno, seguitelo,
Benchè le sue vie siano difficili e scoscese.
E quando le sue ali vi avvolgono, abbandonatevi a lui.
Benchè la sua lama, nascosta tra le piume, può ferirvi.
E quando vi parla, abbiate fiducia in lui,
Benchè la sua voce possa infrangere i vostri sogni come il vento del nord rende infruttuoso il giardino.
Poichè come vi incorona, così pure l’amore vi crocefiggerà. Come favorisce la vostra fioritura, così pure favorisce la vostra recisione.
Come sale in alto ed accarezza i vostri rami più deboli, che vibrano al sole,
Così scenderà sino alle vostre radici e le scuoterà nel loro profondo.”
IL PROFETA – Kahlil Gibran

Emma – Jane Austen

18 gen

Sono rimasta piacevolmente colpita da questo libro… Sinceramente non l’avrei mai creduto visto che la prima metà andava davvero moooolto lenta, sembrava non dovesse succedere mai nulla e la protagonista alla fin fine era l’unica esterna agli avvenimenti. La seconda metà ha invece cominciato ad appassionarmi a tal punto che non riuscivo più a staccarmi dal libro, e il finale è stato incantevole, denso e con l’emozione che solo un lieto fine può dare. Il mio personaggio preferito: sicuramente Mr. Knightley. Un gentiluomo mai altezzoso ma sicuro di sè, costante, sincero, un insospettabile innamorato.  Ho visto il film questa mattina (1996 con Gwyneth Paltrow) e ho apprezzato ancora di più la storia e i personaggi. Emma l’avrei immaginata un pelo più in carne di Gwyneth (visti i tempi…) ma alla fine mi sono convinta che nessuna sarebbe stata più adatta :-)
Devo dire che ho apprezzato questo libro ancor più di Orgoglio e Pregiudizio, più introspettivo, meno diretto, il finale arriva inaspettato e in sordina.
Ho appuntato queste belle emozioni prima di dimenticarmene, sono sicura che saranno sempre qui quando ne avrò bisogno!

New begin

14 gen

Voglio cominciare questa nuova avventura con una citazione:

“Proprio come ognuno di noi ha una particolare maniera di camminare, ha anche una sua particolare maniera di sentire, di pensare, di vedere le cose.  Anche se uno vuole correggerla non ci può riuscire facilmente, e se riesce a farlo forzando se stesso, qualche altra parte di lui comincia a non funzionare più bene.”

Norvegian wood – Murakami Haruki

Ho letto questa frase qualche giorno fa su Donna Moderna, questo libro è sulla mia wishlist da un po’ e penso che già mi appartenga ancora prima di leggerlo. Mi sono sforzata a lungo di essere quello che non sono, di apparire perfetta in ogni cosa che faccio, ora è tempo di far scendere la maschera, di fare quello che voglio fare, di non temere i giudizi altrui, di tenere la testa alta.

Voglio affrontare il 2011 con una nuova sfida: dedicare più tempo a me stessa, fare quello che mi gratifica di più: leggere moltissimo, cucinare per chi amo, comprare qualcosa per me senza sentirmi in colpa.

Questo blog non è veramente un diario, lo trovo noioso a lungo andare, quello che invece voglio fare è riportare solamente le cose positive, che sono quelle che voglio ricordare il più a lungo possibile.

Baci :-)

Elena

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.